Nonlinear Polymers


POLIMERI NON LINEARI


Molti polimeri sono costituiti da molte migliaia di atomi disposti secondo lunghe catene lineari. Non necessariamente però gli atomi se ne devono stare in lunghe catene lineari. I polimeri si possono ottenere anche in molti altri arrangiamenti. Cosa ne dici se gli diamo un'occhiata assieme?

Ramificazione

Non tutti i polimeri sono lineari come quello sopra. A volte si hanno catene attaccate alla catena principale che sono di lunghezza comparabile con la catena principale stessa. Quello che si ottiene è quello che si chiama polimero ramificato. Alcuni polimeri, ad esempio il polietilene, si possono produrre nella forma lineare o ramificata.

Il Reticolo non è solo una parola

Le ramificazioni hanno delle strane abitudini. A volte, entrambe le estremità della catena sono attaccate alle catene principali di due differenti molecole di polimero. Se le ramificazioni sono numerose, può succedere che tutte le catene principali del polimero nel campione siano attaccate una all'altra, formando così un'enorme reticolo tridimensionale (in inglese: network)! Quando ciò accade, il campione di fatto diventa un'unica grande molecola, una molecola grande a tal punto da poterla tenere in mano! I polimeri come questi sono detti polimeri reticolati. Molte gomme, come il poliisoprene ed il polibutadiene, sono reticolate. Un pneumatico di fatto è un'unica enorme molecola, una molecola così grande che servono due mani per reggerla. Anche una palla da bowling contiene una sola molecola. Ti ricordi quei vecchi telefoni neri a disco di una volta? Esatto, il loro guscio esterno è costituito da una sola molecola!

Stella stellina,

A volte le estremità di più catene polimeriche sono legate assieme in un centro comune. I polimeri di questo tipo sono detti polimeri a stella. Sono utilizzati come additivi nell'olio da motore.

Pianta un albero. Fai del bene alla Terra.

A volte non c'è più nessuna catena principale. Di fatto il polimero è costituito in modo che dalle ramificazioni crescono ramificazioni da cui crescono ramificazioni e così via. Questi sistemi si chiamano dendrimeri, dall'antica parola greca che significa "albero".

I dendrimeri hanno forme non comuni che li rendono simpatici da vedere, ed hanno particolari proprietà. Una di queste è la possibilità di trasportare farmaci. Un dendrimero a base di silicio è in grado di intrappolare l'ossigeno tra i suoi rami. Si spera che questo possa essere impiegato in futuro come sangue artificiale. In un futuro più immediato, i dendrimeri possono finire in rivestimenti superficiali o come catalizzatori.


Ritorna all'Indice del Terzo Piano

Ritorna all'Indice della Macrogalleria


Copyright ©1995,1996|Department of Polymer Science|University of Southern Mississippi